Deco

Missoni Home: i segreti di un successo

Fondatrice del marchio con maglie multicolore, Rosita Missoni respira il suo buon umore nei nostri interni. L'84enne designer italiano rivela il segreto del suo successo.

Amore, un'arte Dopo il loro incontro allo stadio di Wembley nel 1948, Ottavio e Rosita hanno avuto un lungo fidanzamento. Il designer ricorda la sua prima visita alla Biennale di Venezia. nel 1950 e la scoperta di una tela del Sud, Il gallo "Ho iniziato a guardare la pittura in modo diverso." Tai, che amava sempre il disegno, preferiva i Fauves, ed ero molto affezionato a Sonia Delaunay dopo aver trovato due dei suoi quaderni a Londra. si sposa nel 1953, nel seminterrato del loro laboratorio.

Amore, un'arte

Il DNA della moda. Dall'eccentrica giornalista di moda italiana Anna Piaggi, alla diva di voga Americano, Diana Vreeland o il discreto Claude Brouet di Lei Francese, la stampa grida alla magia. Abiti in maglia colorata con motivi a zigzag, tartan, spigati o stampa floreale, Angela Missoni, la terza figlia della coppia continua questa ricerca dell'arcobaleno. Margherita, sua figlia, ambasciatrice del profumo, ora orchestra accessori e linee per bambini con il marchio Missoni Kids.

Missoni Home, i segreti di un successo.

Mesh a parte. . Più che i tessuti, i tessuti delle collezioni Missoni sono disegnati dalla cinetica per la grazia di una tecnologia appreso di molteplici tensioni di filo. Appassionato di pittura. avanguardia della xxe secolo, la coppia è stata ispirata da Paul Klee, Kandinsky o Sonia Delaunay per portare uno splendore eccezionale agli abiti degli anni settanta prima di illuminare i nostri interni creando Missoni Home negli anni 2000.

Missoni Home veste gli interni.

Mesh a parte. Più che i tessuti, i tessuti delle collezioni Missoni sono disegnati dalla cinetica per la grazia di una tecnologia appreso di molteplici tensioni di filo. Appassionato di pittura. avanguardia della xxe secolo, la coppia è stata ispirata da Paul Klee, Kandinsky o Sonia Delaunay per portare uno splendore eccezionale agli abiti degli anni settanta prima di illuminare i nostri interni creando Missoni Home negli anni 2000.

Missoni Home veste gli interni.

Il clan dei Missoni. .Un clan, come scrisse Ottavio Una vita sul filo di lana*, la cui forza è di aver sempre seguito la stessa linea, la Put Together. Nato tra il 1954 e il 1958, i bambini continuano la saga di famiglia. Angela è stata direttrice artistica della moda dal 1997, Luca guida il gruppo. L'anno 2013 è stato tragico, con la scomparsa del figlio maggiore, Vittorio, in un incidente aereo e Ottavio, pochi mesi dopo ..
* Edizioni Rizzoli (2011).

Missoni Home veste gli interni.

Vestire gli interni . "Mio nonno, Egidio, ha avuto la passione case. . Quando nel 1997 passai la fiaccola della moda a mia figlia Angela, volevo vestire gli interni e creare Missoni Home. Con i miei fratelli Alberto e Giampiero Jelmini, abbiamo avuto dal 1984. l'azienda familiare dedicata T & J Vestor a casa che ora produce tutte le nostre creazioni. "

Quando Missoni si espone. Una grande retrospettiva di trent'anni di creazione si è svolta a Milano nel 2015 al Museo Maga. "Abbiamo pensato molto tardi per creare una fondazione aziendale per svelare i nostri archivi rimpianti Rosita Missoni. Nella nostra collezione, ho un particolare affetto per quattro feltri di costumi dei Ballets Russes, una tela del futuristico pittore italiano Giacomo Balla e il disegni dei nostri modelli firmati Antonio Lopez. "

Quando Missoni si espone. Una grande retrospettiva di trent'anni di creazione si è svolta a Milano nel 2015 al Museo Maga. "Abbiamo pensato molto tardi per creare una fondazione aziendale per svelare i nostri archivi rimpianti Rosita Missoni. Nella nostra collezione, ho un particolare affetto per quattro feltri di costumi dei Ballets Russes, una tela del futuristico pittore italiano Giacomo Balla e il disegni dei nostri modelli firmati Antonio Lopez. "

Tra moda e design. Sempre in riferimento ai motivi iconici del prêt-à-porter, le collezioni Missoni Home reinventano la vita di tutti i giorni in una combinazione di colori fiammeggiante, sottolineato con bianco e nero. Ragione.papavero dipinto ad acquerello su lino; chevron, patchwork. e zigzag sulla ceramica; poltrone immaginate con Patricia Urquiola, l'interior designer dei negozi ... Rosita Missoni dà un'anima agli interni. La sua, prende in prestito dal meraviglioso mondo dell'infanzia. .

Vacanze a Venezia. "In estate, tutta la famiglia andava a Malamocco, un piccolo borgo a Venezia, nel cuore del Lido, dove avevamo una villa, che riecheggiava i bei anni della mia infanzia, abbiamo comprato una chiatta lunga 30 metri, ormeggiato tra le isole San Giorgio e Torcello.Organizziamo piccoli tour lagunari, ma soprattutto feste, cene e decora le nostre collezioni Missoni Home. "

Le campane della chiesa di San Tommaso d'Aquino distillano la loro musica sotto le finestre della camera di Rosita Missoni. All'ombra di questa piccola gemma ispirata al barocco italiano, il balcone corre su una graziosa strada sulla riva sinistra. Con uno scenario da palcoscenico favorevole alle scene ridenti del Dario Fo, l'appartamento di Saint-Germain-des-Prés mette in risalto i famosi zigzag dei tessuti Missoni Home su poltrone, divani e cuscini, mentre mette al primo posto oggetti e mobili scelti con cura. "Ho sempre amato l'organizzazione degli appartamenti. Con la creazione della linea Missoni Home, qui quasi vent'anni ho visto un sogno." Sotto la luce di un lampadario di Murano disegnato da Gio Ponti, mensole Ico Parisi, colonne giganti viene dal Casinò di Nizza una collezione di specchi moltiplica alla maniera di un caleidoscopio, un murale di grandi dimensioni di strade di Parigi, le rane di ceramica, e di quadri del corso. Uno, pointillist, è stato fatto dal suo autista, altri, più tormentati ma meravigliosamente belli, sono firmati Monique Marx, pittrice e decoratrice. "Christiane Bailly, una stilista di talento, mi aveva offerto una spilla su un mattarello, avevo tenuto il biglietto da visita che l'accompagnava, altrettanto divertente .. Tornato a Parigi, sono andato fuori di curiosità in questo piccolo negozio in rue Vieille du Temple chiamato Coloquinte Ho trovato un bellissimo schermo e una vera amica, Monique Marx ", sorride.

Missoni Home, i segreti di un successo

Una mini coda di cavallo annodata con un marchio a nastro, indossando sneakers di velluto nero, occhi scintillanti, il designer ha mantenuto il cuore di un bambino, il segreto della sua freschezza e incredibile energia. Amico di Issey Miyake, Gaetano Pesce, Mario Bellini o Vico MagistrettiSarebbe certamente nulla al mondo un viaggio a Vanves e Clignancourt pulci Sabato all'alba con i suoi amici, Monique e Claude Marx Stew, ex redattore della moda e ammiratore della prima maglia Missoni. Senza nostalgia, ricordano i bellissimi anni '60: la piccola signora con un passo veloce per una ceramica o bottoni, come per i gouaches e gli olii dei gemelli Michel e Raymond Debiève. Mentre racconta lo scandalo della prima sfilata a Palazzo Pitti a Firenze nel 1967, in cui lei ha provocato chiedendo ai manichini di togliere i loro reggiseni ; il suo incontro casuale due anni prima con Emmanuelle Kahn al Plazza di New York, che ha portato alla produzione di quattro collezioni; complimenti ricevuti per la sua etichetta creato con il marito nel 1953. "" Il tessile lavora in estetica filosofica "che è come Renato Cardazzo, mecenate, collezionista e amico di Peggy Guggenheim, ha definito il nostro lavoro nel 1975," s è ancora stupefacente, stringendo un piccolo ciondolo tra le sue dita anellate. Riproduzione esatta della statua di Eros che sovrasta la colonna di Piccadilly a Londra, questa gemma senza valore apparente è la sua più costosa, un ricordo di la sua storia d'amore con Ottavio Missoni, scomparso all'età di 92 anni nel 2013.

Una bella storia di famiglia

"Alle Olimpiadi di Londra, nell'estate del 1948, avevo 16 anni e stavo perfezionando il mio inglese in un college. Lezioni mattutine e le uscite culturali nel pomeriggio Il padre di uno dei miei amici, presidente Italia di atletica club, abbiamo lo invitò a trascorrere una giornata a Wembley in tribuna installate nei pressi del passaggio della torcia olimpica. eravamo 12 ragazze. Specialist 400 metri ostacoli, e molte volte campione della penisola, Ottavio Missoni indossare il numero bracciale 331 passò vicino a me. in un lampo, mi sono reso conto qu'additionnés, queste cifre sono stati 7, è il numero preferito di mio nonno Piero è nato nel 1877 ed ancora offerto sette caramelle, sette fiori ... "Otto giorni dopo, Ottavio, che ottenne solo il sesto posto, invitò Rosita a fare una passeggiata a Brighton, e si organizzò per incontrarlo a Piccadilly ..."Se avesse perso il titolo di campione, mi ha vinto. Non ci siamo mai più lasciati. "
Figlio di una contessa e di un capitano di lunga data nato a Ragusa (Dubrovnik), Ottavio preferiva l'arte e lo sport agli studi. Campione d'Italia nel 1937, era il più giovane atleta di tutti i tempi, un titolo mai eguagliato. "Tai", come è stato soprannominato, ha lasciato la competizione per guidare con un amico una società di abbigliamento di calcio, La Venjulia. La madre e la zia di questo amico alto due metri hanno fatto giacche e pantaloni con cerniera sulle loro macchine per maglieria per rendere più facile l'uso di scarpe con borchie. Ottavio rimase rapidamente affascinato da questi graffi meccanici finché non scoprì le macchine Rachel, capace di fare tutto, anche a zigzag multicolore, simile all'architettura compilata della sua città natale. La mesh Missoni è nata.

Gli inizi di Missoni Home

Assaporando un risotto al salto, Rosita Missoni ricorda il suo difficile inizio. "A Golasecca, la mia città natale, in provincia di Varese, tra il Lago Maggiore e di Lugano, ci siamo seduti in un piccolo laboratorio nel seminterrato, e ho preso in prestito il figlio di coils alla fabbrica di famiglia. "I suoi nonni hanno confezionato tessuti orientali che hanno presentato alla Fiera di Bari. La roba è andata in Egitto, in Palestina, in Turchia. "Al tempo della crisi del 1929, l'Italia ha bloccato tutte le esportazioni, e mia nonna Peppina, nome del protagonista di una filastrocca italiano, trasformato queste signore giacche con frange ricamato tessuti." Un cliente che avendo sottolineato che sarebbe meglio non indossare le maniche, trovò una sarta a Milano e sollecitò tutti gli operai della fabbrica con familiari che lavoravano a New York e Parigi come ragazzi o camerieri per inviare loro tutte le riviste di moda. "Esiliato in appartamento Genova per curare una bronchite incurabile, li ho tagliato con incredibile gioia, ignorando che un giorno farò la moda e la decorazione. Sono rimasti nella mia memoria tali viaggi." Nei primi anni '40, la fabbrica si specializzò in abiti da camera abbinati ai copriletti... Gli inizi di Missoni Home.

In un francese perfetto, ha imparato da una vecchia signora in Rosetum sorelle universitari moderno situato sul Lago Maggiore, Rosita Missoni cita Balthus, Federico Fellini, Ornella Muti, Jackie Kennedy, tutti gli adoratori di collezioni Missoni marca. I ricordi sono legati: una parata messa in scena da David Parsons, i primi viaggi a Parigi, le sessioni di film con Ottavio che gli offrì una sigaretta per impedirgli di addormentarsi. Difficile immaginare Silent Rosita.

Guarda il video: Icone di Westwing. Missoni Home: la casa in fiore

Messaggi Popolari

Categoria Deco, Articolo Successivo

L'agenda delle lounge deco 2018
Deco

L'agenda delle lounge deco 2018

L'inizio dell'anno 2018 annuncia il ritorno dei più grandi spettacoli di decorazione! Quindi, se vuoi essere pieno di ispirazione, saperne di più sulla ristrutturazione, scopri le tendenze che renderanno l'anno 2018 e adotterai i migliori accessori, devi andare lì senza indugio! Scopri l'agenda del deco 2018 per avere piena visibilità!
Per Saperne Di Più
IKEA hack: 15 fai-da-te per la camera di un bambino
Deco

IKEA hack: 15 fai-da-te per la camera di un bambino

A causa dei loro prezzi convenienti, i mobili IKEA sono indispensabili nei nostri interni! Ma per dar loro un po 'di originalità e renderli unici, adoriamo personalizzarli in modo che si uniscano alla nostra decorazione alla perfezione. Viene offerta una nuova giovinezza o un nuovo uso nella stanza dei bambini.
Per Saperne Di Più
E se mettiamo fiori nella stanza ...
Deco

E se mettiamo fiori nella stanza ...

Piccolo revival in interni con carte e tessuti floreali fatti a mano da Laura Ashley. Questo amante della Liberty, scomparso nel 1985, non sarebbe scontento di scoprire la collezione Palace Garden dell'estate 2013. Questo modello, creato alla fine degli anni '70 e ora iconico e vintage, viene dal mirtillo rosso al ribes nero grigio antracite o grigio tortora.
Per Saperne Di Più