Moda

Pieghettato: il gioco trendy di questa estate

Dall'antichità a Issey Miyake, questo tessuto continua a reinventarsi. Quest'estate ancora, è su tutti i podi e fa dondolare la silhouette!

Questa è la carta della stagione! Pieghettato è tornato. Su un capo corto o lungo, enfatizza il corpo e sublima le forme grazie a un dotto gioco di drappeggi che viene da lontano. Così, dall'antichità, i Greci e i Romani avevano già l'arte di piegarsi per vestire il corpo. Testimone le magnifiche statue e oggetti d'arte che sono passati alla storia.

Dalla storia al cucito

Poi è il declino di questo tessuto che, nel corso dei secoli e degli spessori, diventa pesante da indossare. A partire dal 1800, il drappo si appoggiava male all'attività dell'uomo moderno, di cui nessuna piega superfluo deve venire a ostacolare né a rallentare l'azione. Questo senza contare sull'aspetto di haute couture (con Worth in the Second Empire) che vede il ritorno della piega sul palco. Così, Mariano Fortuny (1871-1949), il cui famoso abito Delphos trovò ispirazione nella statua bronzea del cocchiere di Delfi, aiuta a riportarlo alla sua nobiltà. Con il suo contemporaneo Paul Poiret, contribuirà anche alla liberazione del corpo della donna rimuovendo il corsetto. Per quanto riguarda Madame Grès (1903-1993), ammiriamo ancora l'ingegnosità dei suoi abiti in jersey di seta. Nel numero di voga datato novembre 1931, una serie di foto firmate Hoyningen-Huene che mostra una donna che balla e indossa un abito in stile antico. Questo è uno degli ultimi modelli della sarta Madeleine Vionnet (1876-1975). Ancora oggi, l'influenza di quest'ultimo rimane importante, "Madeleine Vionnet, al quale ho già adora incarna la modernità nel suo tempo, dice lo stilista Azzedine Alaïa Aveva colpi di genio. La sua spirito della coppa, i suoi drappeggi, la morbidezza e la caduta delle sue vesti. "

La rivoluzione di Miyake

Qualche anno dopo, è dal paese del Sun-Levant che un altro grande nome della moda scopre il piacere delle rughe. Come Fortuny prima di lui, piuttosto che bloccare il corpo in una busta vincolante, Issey Miyake immagina vestiti che lo lasciano libero di respirare e muoversi. Con la sua linea Per favore, pieghe, lanciato nel 1991, posiziona outfit piatti (in 2D) in poliestere leggero, completamente piegati. Viaggiare, muoversi, ballare, niente fa paura alle pieghe di Miyake (vestiti, pantaloni, top, gonne, borse), nemmeno lavaggi. Le pieghe sono permanenti grazie alla tecnologia innovativa.

La moda prende il volo

Quest'estate, più che mai, il plissé si reinventa. Digitare "gonna a pieghe" in un motore di ricerca e vedere la moltitudine di possibilità! Una tendenza niente regressiva che ricorda la gonna delle studentesse inglesi. Preferiremo la versione lunga o midi per la sua eleganza. Una scelta senza tempo già avvistata a Isabel Marant, Christophe Lemaire, Rochas e soprattutto nella versione a basso prezzo (Topshop, La Redoute, Uniqlo). Che sublimare la silhouette!

Guarda il video: VIENI A USARE IL FILTRO PIEGHETTATO

Messaggi Popolari

Categoria Moda, Articolo Successivo

La moda minuto: tacchi per l'estate!
Moda

La moda minuto: tacchi per l'estate!

L'estate sta arrivando. Timidamente, ma succede. E cosa c'è di meglio con il nostro vestito preferito di un bel paio di sandali? Appollaiarsi per pochi centimetri allunga visivamente la silhouette, modella la gamba e ci rende un passo più elegante. Perché privarti? Se hai il tondo zigrinato, opta per i sandali con tacco quadrato, una forma moderna e confortevole che affina.
Per Saperne Di Più
Tendenza tropicale: 30 pezzi di sole
Moda

Tendenza tropicale: 30 pezzi di sole

Per seppellire definitivamente questo maledetto inverno, quale migliore della tendenza tropicale? Porta con sé il sole, la gioia e un po 'di eccentricità, capelli di pelo che servivano al nostro aspetto per svegliarsi, ancora intorpiditi dalla stagione fredda. Ananas, foglie di palma, fiori di ibisco: li indossiamo stampati o accessori a seconda che vogliamo mostrare o se preferiamo qualcosa di più discreto.
Per Saperne Di Più
Un po 'di
Moda

Un po 'di "Into the wild"

Ho visto il film di Sean Penn "Into the Wild" che ho adorato. Le strade mi hanno sempre affascinato. Sono sinonimo di imprevisto, libertà e meraviglia. Per dimenticare per qualche tempo la domanda rituale del mattino "e oggi, metto cosa?". Avere nella mia valigia solo jeans, un maglione e un vestito, ma comunque per farmi piacere ogni giorno!
Per Saperne Di Più