Equilibrio

Incontra nuovi genitori

Presentatrice di Kindergarten in Francia 5, Julia Vignali ha appena pubblicato il suo primo libro. In "E tu, come stai?", Dà un posto d'onore alle testimonianze di genitori, famosi o anonimi.

Julia Vignali. "Sono andato a incontrare i genitori famosi, storie straordinarie anonimi, e specialisti che sono anche genitori. E mi sono reso conto allora che cosa ci porta, infine, quali sono tutte queste domande, dubbi, e questo necessità di adattarsi costantemente alle nuove situazioni, a questo bambino in continua crescita e a questa società in evoluzione ".
Testo estratto da "E tu, come lo fai?", Flammarion.

Camille Lacourt. "Ho fatto la pelle a pelle, lo consiglio a tutti i papà, è un momento straordinario. Ero molto paura di non sapere come prendersi cura, come con i figli degli altri, ma con la mia ragazza, ho trovato subito come fare! "
Credito fotografico: BrunoRosa / Shutterstock.com
Testo estratto da "E tu, come lo fai?", Flammarion.

Zoe Felix. "Pensa di avere un posto speciale nel cuore delle sue figlie, probabilmente a causa della loro piccola differenza di età, ha sempre parlato con loro come adulti, non dà ordini, ma hanno lunghe conversazioni, veri momenti di condivisione ".
Credito fotografico: Featureflash / Shutterstock.com.
Testo estratto da "E tu, come lo fai?", Flammarion.

Rose. "Il mio problema è che ho difficoltà a lasciarsi andare, voglio che il mio compagno faccia tutto come io. Quando non abbiamo fatto Solal, non abbiamo discusso ... La sua nascita ha sconvolto la nostra coppia. Ma sembra che sia normale! "
Testo estratto da "E tu, come lo fai?", Flammarion.

Tete. "La nascita è stata una vera e propria schiaffa emotiva, ma penso che essere padre venga da più lontano (...) E poi, questa sensazione di diventare padre è sempre più presente con il progresso di mio figlio. 'roba un po' ogni giorno. '
Testo estratto da "E tu, come lo fai?", Flammarion.


L'idea di questo libro è nata quando tuo figlio, Luigi, 5 anni, ti ha detto un giorno "Mio padre, è mia mamma" ...
Sì, quella frase mi ha davvero messo in dubbio. Non sapevo come interpretarlo. Potrebbe essere pieno di sensi di colpa, ma ho deciso di rimetterlo nel contesto del cambiamento attuale. Mio figlio sta facendo domande su cosa rende una famiglia, il posto della madre, del padre ... Così ho scritto questo libro per mettere in discussione la genitorialità oggi. Siamo lontani dal modello unico della famiglia come 50 anni fa.

Proponi una dozzina di ritratti di genitori nel tuo libro, quali volti della genitorialità mostrano?Ho voluto testimoniare le famiglie LGBT, ma anche una madre sola, una donna che era matrigna prima di essere madre come Zoe Felix, papà molto materne come Tete e Camille Lacourt, i papà più vecchia scuola come Cyril Hanouna ... Volevo mostrare questa grande diversità e parlare di cose che non sarebbero accadute 40 anni fa. Mia nonna, per esempio, non si è mai chiesta se l'arrivo di un bambino avrebbe fatto esplodere la sua relazione. Sì, sì!

Come definisci questi "nuovi genitori"?Sono molto diversi gli uni dagli altri, ma tutti penso che facciano molte domande. Penso che ci sia sempre molta pressione su di loro. C'è un cordone sanitario attorno a loro con psichiatri infantili, terapisti per la coppia ... Ma ci sono ancora serrature da soffiare.

I quali ?Abbiamo parlato molto del baby blues, molto meno degli scontri per bambini. Poche persone testimoniano le difficoltà incontrate dalla coppia, in particolare per quanto riguarda la sessualità, quando arriva il bambino. La cantante Rose parla molto bene nel libro. E poi, penso anche che avere un solo figlio, come me, non sia evidente. Non c'è una settimana senza che venga chiesto quando il secondo.

E precisamente, come fai?Come posso! Non è facile perché ho molto lavoro. Vedo mio figlio, ma forse non tanto quanto vorrei. Dico questo e quando passo più tempo con lui, mi dispiace non passare più tempo al lavoro. L'eterno dilemma ... Quindi regolarmente punti con lui per assicurarmi che la situazione gli si addica. E poi, mi faccio più domande da quando ho scritto il libro.

Stai considerando un secondo?Perché no, ma solo allora con testimonianze di papà. Li trovo molto commoventi. Ed è per loro che le cose si stanno muovendo di più in questo momento. Intorno a me e nella scuola materna, vedo papà che mi parlano pelle a pelle, di haptonomy, il épisio loro moglie, il loro bambino di riflusso ... Alcuni parlano così come facciamo noi! Questo non era il caso per le generazioni precedenti. La parola delle donne è stata rilasciata, non è il caso dei padri, ad esempio del baby blues, del congedo parentale, ecc. Sta a loro giocare ora!

"E come stai?", Julia Vignali, Flammarion, 18 euro.

Guarda il video: IL RAGGIO INCLUDE IL SUA VERA MADRE! * * Emozionante

Messaggi Popolari

Categoria Equilibrio, Articolo Successivo

Omeopatia anche per le piante!
Equilibrio

Omeopatia anche per le piante!

Undici anni fa, un naturopata tedesco con una passione per il giardinaggio si avvicinò con l'idea di dare Arnica (un rimedio omeopatico per i lividi) a un delfino ferito durante un processo di rinvaso. Diluisce i granuli nell'acqua di irrigazione. La pianta riprende rapidamente la fioritura. Christiane Maute ripete il colpo con un cassissier mezzo strappato durante una tempesta.
Per Saperne Di Più
Es: come andare avanti?
Equilibrio

Es: come andare avanti?

Ha appena rotto e tu non sai come andare avanti? Stai languendo e pensando che la punizione non andrà mai via? Scopri alcuni suggerimenti per andare avanti. Una rottura non è mai facile e qualcos'altro può essere particolarmente difficile. Passiamo attraverso diverse fasi, proprio come il lutto.
Per Saperne Di Più
Essere un giurato: è un limite?
Equilibrio

Essere un giurato: è un limite?

Dal momento che la Rivoluzione, che ha dedicato la partecipazione del popolo francese per la giustizia, i giurati in imbarazzo:? Troppo lassista, troppo duro, necessario, inutile ... sono ben lungi dall'essere perfetto vero:? Disegnato su liste elettorale, possono essere psicologicamente fragili, bloccati nelle certezze, consultare costantemente l'orologio perché hanno fretta di finire, mentre si gioca la vita di un imputato.
Per Saperne Di Più