Equilibrio

Disturbi venosi: quali piante scegliere?

Milioni di persone soffrono di disturbi venosi: responsabili della comparsa delle vene sugli arti. Ecco alcune piante e infusi per farli sparire o almeno gestirli al meglio!

Nel suo libroBuono nelle mie gambe, il Dr. Luc Bodin - specialista in medicina naturale - affronta vari problemi legati alle gambe come cellulite, crampi, ma soprattutto: disturbi venosi. In tutto il suo libro, esamina la questione del CVI (Insufficienza venosa cronica).

Dovresti sapere che una persona su tre soffre di questo tipo di disturbi venosi. Le conseguenze sono sia fisiche (dolore) ma anche estetiche, dal momento che possiamo vedere in particolare ilcomparsa di vene e vene varicose sulle cosce e sulle gambe.

Ti abbiamo selezionato sei erbe o infusi che sono rimedi naturali contro l'aspetto delle vene. Questi prodotti miracolosi ti aiuteranno ad evitare il gonfiore delle gambe, aumentare la resistenza delle tue vene e diminuire la loro dilatazione.

Per aumentare il tono delle vene

amamelide. Le sue foglie forniscono una doppia azione sulle vene: veinotoniche e antiedematiche. Cioè, tonificano le vene e prevengono il gonfiore delle gambe. Questa pianta è usata sia internamente (infusione) che esternamente (gel o unguenti).

Il macellaio. Chiamato anche "piccolo agrifoglio", la betulla è un arbusto. La sua radice favorisce la contrazione delle fibre muscolari contenute nella parete venosa, che ne impedisce la dilatazione. Inoltre, ha un effetto anti-infiammatorio.

Per proteggere le pareti delle vene

Ippocastano. La sua corteccia e il suo seme sono veramente veinotonici: aumentano la resistenza delle vene. Da evitare per le donne incinte o le persone soggette a insufficienza renale. Puoi usarlo internamente o esternamente.

ribes. Tutte le scuse sono buone per mangiare ribes nero, soprattutto conoscendo i loro effetti antiossidanti e anti-infiammatori. Inoltre, proteggeranno la tua parete venosa. Tutte le virtù ideali in questi piccoli frutti di bosco di buon gusto!

Per assottigliare il sangue

Gingko biloba. È un albero vecchio di oltre 250 milioni di anni. Conosciuto per il suo effetto sulla circolazione in generale, ha anche un buon potere antiossidante per proteggere le pareti venose dal degrado. Ma soprattutto, rende il sangue più sottile.

meliloto. Come la nocciola, questa pianta è un eccellente antiedemetico e venotonico. Con l'aiuto della sua couramine, aiuta anche a fluidificare il sangue.

A partire dal 17 giugno 2016, sarai in grado di ottenere la guida completa Buono nelle mie gambe, dal Dr. Luc Bodin. Josette Lyon Editore, 320 pagine, 18,90 €.

Leggere anche

La vite rossa, la pesante pianta anti-gamba

Come non gonfiare le gambe in estate?

Gambe divine grazie a Caudalie

Guarda il video: Piante per combattimento la cattiva circolazione

Messaggi Popolari

Categoria Equilibrio, Articolo Successivo

7 domande che le donne chiedono sull'alcol
Equilibrio

7 domande che le donne chiedono sull'alcol

Spesso dimentichiamo che l'alcol, se è molto integrato nella nostra vita sociale e culturale, è anche un prodotto potenzialmente avvincente e pertanto presenta rischi significativi per la salute. Più così nelle donne che non hanno lo stesso metabolismo ed eliminano l'alcol meno facilmente degli uomini.
Per Saperne Di Più
Coppia: il mio letto, la mia battaglia!
Equilibrio

Coppia: il mio letto, la mia battaglia!

Dopo esserci seduti al nostro tavolo e aver perquisito la nostra borsa, Jean-Claude Kaufmann si intromette nel nostro letto. Questo spazio di intimità per eccellenza è anche un luogo in cui pullulano le zecche e le manie. Come mostra in "Un letto per due, la guerra tenera" (JC Lattès), è necessario che il cuscino sia così, il lenzuolo come quello, col rischio di non riuscire a dormire.
Per Saperne Di Più
Sei riflessivo: come liberare le tensioni?
Equilibrio

Sei riflessivo: come liberare le tensioni?

Esigendo con te stesso, puoi anche essere severo con gli altri. Invasa facilmente dal dubbio, pesate ogni parola e ogni gesto prima di agire. Yoga, qi gong e massaggi. Lo sappiamo tutti: più ci costringiamo, più ci stressiamo! Per le donne cerebrali che hanno la tendenza a provare le loro tensioni, a fare il giro prima di prendere una decisione, Isabelle Célestin-Lhopiteau suggerisce un approccio contro il piede, risolutamente corporale.
Per Saperne Di Più
Prendiamoci il tempo per mangiare
Equilibrio

Prendiamoci il tempo per mangiare

Ci vogliono circa venti minuti tra il momento in cui si attacca l'ingresso e quello in cui il nostro cervello riceve il messaggio di sazietà. Non c'è bisogno di mangiare un cronometro in mano. La masticazione degli alimenti aiuta naturalmente a rispettare questa scadenza. Soprattutto se si favorisce coloro che lavorano le nostre fauci: una bistecca o filetto mignon al posto di un hamburger, verdure crude o al dente, piuttosto che puree ... "Masticare è il primo lavoro della digestione, più Masti
Per Saperne Di Più