Fuga

10 motivi per vivere a Bordeaux e non lasciarlo mai

Prefettura della Gironda e nuova capitale della Nuova Aquitania, Bordeaux è una città nel sud-ovest. Ecco 10 motivi per amarlo.

Il porto della luna. Questo è il nome familiare per il porto di Bordeaux a forma di luna. Questa è la parte di Bordeaux elencata come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. L'ensemble architettonico risalente all'Illuminismo è di una bellezza straordinaria.

Le rive della Garonna. È bello passeggiare sotto il sole del sud-ovest sulle rive della Garonna ...

La strada del vino Impossibile scoprire Bordeaux senza lasciare la strada del vino. Un patrimonio inestimabile che ha fatto la sua reputazione in tutto il mondo.

I canelés. Inventato nel XVIII secolo a Bordeaux, il canelé è una torta morbida aromatizzata con rum e vaniglia e la superficie è caramellata. Un piacere puro.

Il grande teatro. Inaugurato nel 1780, il Grand Théâtre è l'Opera di Bordeaux. Un must per gli amanti dell'opera e del balletto.

La Place de la Bourse. Costruito nel XVIII secolo, Place de la Bourse ospita lo specchio più grande del mondo. Vale a dire il famoso "Miroir d'Eau" che misura 3.450 m2.

Darwin Ecosystem. Ex caserma di 20.000 m2, questo luogo favorisce lo scambio e la creatività. Ristorante, skate park, coworking space, luoghi di espressione per artisti di graffiti ... Tutto è lì per vibrare.

I ristoranti Come in molte città della Francia, si possono scoprire ottimi ristoranti a Bordeaux. Buoni tavoli con varie carte dove è anche possibile gustare del buon vino.

La spa di Caudalie. Una vera pepita della regione di Bordeaux, la spa Caudalie annidata nelle sorgenti di Caudalie è un luogo unico dove è necessario lasciarsi andare.

Arcachon. Quando vivi a Bordeaux, sei a meno di un'ora da Arcachon e dalla sua sublime Dune du Pyla. Una boccata d'aria fresca nelle vicinanze.

Nono comune della Francia, Bordeaux è conosciuta in tutto il mondo. Il suo patrimonio e la sua vicinanza al mare ne fanno un must per il sud-ovest. Nel 2007, una parte della città è addirittura elencata come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Ti viene detto perché è facile innamorarsi di Bordeaux.

Tra gastronomia e vita culturale

Chi non conosce il vino di Bordeaux? In tutto il mondo, la reputazione dei vigneti di Bordeaux è ben consolidata. Saint Emilion, Margaux, Latour sono nomi evocativi per tutti gli amanti di questo nettare. Oltre ai vigneti, Bordeaux è anche il paese di canelé. Pasticceria che può essere gustata a Baillardran e in sostituzione dei soliti cioccolatini quando si ordina un caffè sulla terrazza. Una vera delizia.
Sulla riva destra, scopriamo l'ecosistema Darwin. Un luogo alternativo che è nato in una vecchia caserma di 20 000 m2 e dove troviamo una fattoria urbana, un enorme skate park, un ristorante, uno spazio di coworking e spazi di libera espressione per i graffiti artist della città. Un punto effervescente per assorbire una nuova energia.

Un patrimonio noto a tutti

Mentre si cammina a Bordeaux, si scoprono le magnifiche banchine della Garonna, la città vecchia e viva, e naturalmente molti monumenti tutti più belli e maestosi degli altri. Il Grand Theatre e, naturalmente, la Place de la Bourse, dove giovani e meno giovani si meravigliano dello specchio d'acqua. Campo giochi preferito dei Bordelais nelle calde giornate estive.

Guarda il video: Marina ci racconta vieni così velocemente a Doha (Qatar) - #iovivoallestero (in 4K)

Messaggi Popolari

Categoria Fuga, Articolo Successivo

4 giorni per scoprire la Montreal dell'arte effimera
Fuga

4 giorni per scoprire la Montreal dell'arte effimera

Francofolies de Montréal, International Jazz Festival, F1 Grand Prix du Canada ecc. In primavera / estate, l'isola di Montreal è la scena di trenta eventi sportivi e artistici all'aperto. Ingrandisci gli eventi più eccentrici e sorprendenti che delizieranno i turisti e i Montrealer fino alla fine dell'estate indiana in ottobre.
Per Saperne Di Più
La moda porta confini al museo della storia dell'immigrazione
Fuga

La moda porta confini al museo della storia dell'immigrazione

Mano nella mano, Oliver Saillard (direttore del Palais Galliera e curatore della mostra) e Luc Gruson (direttore del Museo della storia dell'immigrazione) hanno incrociato i rispettivi archivi per addestrare i visitatori in un corso altamente simbolico. Più di duecento designer stranieri hanno partecipato o stanno ancora partecipando all'aura internazionale dell'alta moda francese.
Per Saperne Di Più
Parigi: la stazione Louvre-Rivoli ha un nuovo aspetto
Fuga

Parigi: la stazione Louvre-Rivoli ha un nuovo aspetto

Amici di Parisien, se fai un giro sul lato del Louvre-Rivoli, sarai felice di vedere che la stazione della metropolitana della linea 1 offriva un ascensore. Creato nel 1968 per iniziativa della stazione di André Malraux (al momento Ministro degli Affari Culturali), situato tra Châtelet e il Palais Royal Louvre, è uno dei punti di riferimento culturali della RATP.
Per Saperne Di Più