Equilibrio

Opinione di esperti: "Non dobbiamo essere soggetti al destino che abbiamo ereditato"

Il punto di vista di Pierre Benghozi, psichiatra infantile, psicoanalista, terapeuta familiare, presidente dell'istituto di ricerca in psicoterapia. È autore di "Adolescence and Sexuality, Links and Mesh Network" (L'Harmattan).

Il nostro grado di primogenito, il più giovane o il più giovane e il nostro sesso ci danno, in un primo momento, un posto speciale?

Questi parametri rimangono importanti. Un anziano, registrandosi per primo nel ciclo genealogico familiare, dovrà "accompagnare" le prime proiezioni fatte su di lui. È lui che cancella. Capo, prende i colpi, protegge il bambino dal mezzo che, può andare oltre, e il piccolo prezioso, desiderato da genitori più maturi. L'incidenza della differenza di genere varia a seconda della religione, della cultura materna ... o del paterno. "Mama bis", mediatore, ribelle: molti si sentono più o meno consapevolmente investiti di un "mandato".

Le grandi sorelle che occupano una funzione comataria creano un legame positivo di solidarietà quando continuano, gli adulti, a essere rispettati a distanza dal fratello o dalla sorella che hanno beneficiato. O, al contrario, dell'odio, se la loro missione fosse vissuta come invadente e violenta. Altri hanno sostituto "funzioni riparatrici" e crescono al posto del lutto di un'altra persona. Portatori di tutte le proiezioni, esistono attraverso un fantasma. È tanto più estraniante che regna il non detto; questa funzione viene quindi esercitata inconsciamente e porta a una certa confusione di identità. Penso alle "ragazze mancate" che occupano il posto di un figlio scomparso.

Si dice spesso che ogni bambino è "diverso". Come bilanciamo le cose tra il nostro patrimonio familiare e il destino che scegliamo?

È un'illusione credere che le differenze siano solo dovute ai "temperamenti". Coloro che passano il loro tempo a lottare per essere i primi e chi impostare il bar molto (troppo alto) spesso prendono solo una torcia. È stato trasmesso inconsciamente a loro per riparare l'insuccesso di un genitore, per vivere all'altezza del geniale nonno o di un padre autodidatta e tirannico.

Perché, durante le riunioni di famiglia, a volte qualcuno ha l'impressione di tornare al proprio posto da bambino?

Le celebrazioni familiari sono luoghi di ritualizzazione che organizzano miti familiari e, in quanto tali, riassegnare ognuno al suo posto. Soprattutto i famosi piccoli di 40 anni ... E tanto più che la temporalità dei genitori non è la stessa: portando una missione di crescita, la vivono più attraverso i loro figli. Quando il bambino diventa adulto, scivola dai genitori ai nonni, di fronte alla scadenza della morte. Da qui il posto specifico dell'ultimo, e il ruolo di saldatura di "Tanguy" (riferimento al personaggio del film Etienne Chatiliez, Ed) soggetto a non lasciare i loro genitori troppo presto.

Oltre questa eredità, possiamo cambiare il gioco delle carte familiari senza "tradire" la sua famiglia?

Il tradimento è sentito solo in famiglie rigide in cui parlare e responsabilizzare tradisce il clan. O quando ci si sente sleali a permettere a se stessi di vivere per se stessi e di trasgredire l'ideale di famiglia. Ma è in una distanza e una negoziazione che mantiene un legame adulto con la sua famiglia. Ogni processo di crescita suppone che questa riorganizzazione relazionale costruisca il proprio ciclo di vita, per perpetuare modelli identificatori senza essere imprigionati da implacabili effetti di ripetizione. Quindi, passiamo da una logica di vittimizzazione a quella di attore responsabile del nostro futuro!

E quando i nostri genitori se ne sono andati?

La loro morte è un'opportunità per rinegoziare, nel bene o nel male, la relazione tra fratelli. Attraverso il patrimonio, trasmettiamo anche valori: il buffet della nonna, che ha fatto la cronaca familiare, è dato appunto a Unetelle ... Abbiamo ridistribuito luoghi: tale ragazza prende la torcia materna, portando la casa di famiglia . Questi ruoli che occupiamo sono anche fonti delle nostre capacità, talenti e vocazioni. È con questi lasciti che la nostra creatività è costruita e abbiamo successo nella nostra vita!

Per continuare a leggere il file "L'intellettuale, il bello, il divertente ... in ogni luogo":

Testimonianza: "Occupo il posto dell'eccentrico"

Testimonianza: "Un UFO alla ricerca disperata del suo posto"

Testimonianza: "Sono stato a lungo la sorella-madre"

Di Isabelle Soing

Messaggi Popolari

Categoria Equilibrio, Articolo Successivo

L'eleuterococco riduce l'affaticamento
Equilibrio

L'eleuterococco riduce l'affaticamento

Funziona. Questa pianta adattogena, che aumenta l'efficacia del sistema immunitario, consente al corpo di resistere meglio allo stress cronico e mantenere la sua vitalità. Gli studi hanno dimostrato che, prese regolarmente, le capsule aiutano le persone a far fronte a nuove condizioni di vita ea recuperare più rapidamente le loro prestazioni mentali e fisiche in caso di estremo affaticamento.
Per Saperne Di Più
Scopri le virtù di Valeriano
Equilibrio

Scopri le virtù di Valeriano

Mentre la valeriana è meglio conosciuta per i suoi effetti sul sonno, lo stress e l'insonnia, è anche efficace per smettere di fumare, per esempio. Decotto di valeriana fatta in casa È possibile beneficiare dei benefici della valeriana sotto forma di estratti secchi, confezionati in capsule. Per coloro che sostengono il suo gusto molto particolare, è efficace anche nella tisana: versare un cucchiaio di radici essiccate in 250 ml di acqua fredda e portare a ebollizione.
Per Saperne Di Più
7 segni di insufficienza cardiaca
Equilibrio

7 segni di insufficienza cardiaca

Ogni anno in Francia, l'insufficienza cardiaca è responsabile di circa 166.000 ricoveri ospedalieri e fino a 77.000 morti. Questa grave malattia può essere presa in tempo se presti attenzione a certi sintomi. Mancanza di respiro o prima allerta L'affaticamento e la sensazione di essere senza fiato per nessuna ragione apparente possono essere un primo segno di insufficienza cardiaca.
Per Saperne Di Più