Equilibrio

Gengivite: quali sono i rischi e come rilevarli?

La gengivite è una condizione orale comune ma spesso trascurata. Trattarlo al primo segno limita le complicazioni e protegge la tua salute.

A volte la tua gomma sanguina quando ti lavi i denti o mangi una mela? È gonfio, doloroso al tatto, rosso o addirittura violaceo? Questi segni discreti - ma per essere presi sul serio - sono indicativi di gengivite, un'infiammazione. Questa è la malattia parodontale più comune. È più spesso localizzato su uno o più denti ma può estendersi anche all'intero arco dentale. Il problema quando hai i denti sensibili è che esiti a spazzolare queste aree delicate.

Una storia di microbi

Il circolo vizioso si chiude poi: spazzolatura quotidiana diventa più leggero per paura di sanguinamento e, alla fine, l'infiammazione persiste. Si verifica in alcune persone in reazione alla placca. È questo deposito biancastro che si deposita ogni giorno sulla superficie dei denti, e in particolare all'incrocio con le gengive. Questa placca batterica viene rimossa con ogni spazzolatura, ma se viene trascurata, alla fine si solidifica a contatto con la saliva e forma il tartaro, molto aderente e quindi molto più difficile da eliminare. "I batteri della placca producono tossine ed enzimi che accumulando, attaccare la gengiva provocando una reazione infiammatoria locale e un'infezione superficiale gingivodentaires scanalature" spiega Prof. Henri Tenenbaum Dipartimento Parodontologia la facoltà di chirurgia dentale a Strasburgo. Il tabacco, l'eccessivo consumo di alcol, il diabete, lo stress, alcune malattie del sistema immunitario (epatite, virus dell'AIDS) o l'assunzione di alcuni farmaci (chemioterapici chemioterapici) rendono la gomma più sensibile a questi attacchi batterici. La soluzione? Vai dal tuo dentista se questi segni persistono per più di qualche giorno o se tornano regolarmente. Un riflesso non sempre facile da adottare. Secondo un recente sondaggio condotto dall'Unione francese per la salute orale (UFSBD) *, il 52% delle persone che soffrono di emorragia non è stato dal dentista per più di un anno. Eppure la gengivite può essere rapidamente dimenticata dopo il ridimensionamento e la lucidatura. Ciò comporta la lucidatura di ciascuna delle facce dentali con una pasta a grana fine, finché non sono perfettamente lisce.

Malattie più gravi alla chiave

La preoccupazione è che quando non vengono curati - nella metà dei casi - l'infiammazione delle radici dei denti e delle ossa che li sostengono può progredire. Questo è chiamato parodontite. "I batteri penetrano profondamente tra il dente e la gengiva, creando tasche che si diffondono gradualmente", afferma il professor Tenenbaum. Questa evoluzione è lenta nella maggior parte dei casi, ma una parodontite può anche avere un carattere aggressivo. La sopravvivenza del dente è quindi in gioco se non si presta attenzione nel tempo. "L'osso alveolare che sostiene il dente sarà effettivamente gradualmente distrutta, e gomma retrazione. Senza questo supporto, il dente inizia a muoversi e finisce per cadere", ha detto Virginia Monnet-Corti, dentista all'ospedale il Timone, a Marsiglia. La parodontite non trattata non ha alcun impatto sulla salute generale. Vari studi hanno dimostrato un legame tra le malattie parodontali e lo sviluppo di infezioni polmonari e malattie cardiovascolari (infarto del miocardio, ictus). Nel 2013, i ricercatori americani della Columbia University di New York hanno osservato uno stretto legame tra la quantità di batteri patogeni coinvolti nella parodontite, in particolare i glicopromici di Porphyromonas e l'evoluzione dell'aterosclerosi, altrimenti detto, la formazione di placche di grasso sulla parete dell'arteria, causando malattia coronarica. Nel 2016, uno studio inglese ha rivelato una possibile correlazione tra parodontite e aumento del declino cognitivo nelle persone con malattia di Alzheimer. Altri link sono stati mostrati o sono ancora in fase di studio, in particolare con diabete gestazionale, artrite reumatoide o obesità. L'UFSBD ricorda anche che il rischio di parto prematuro è tre volte più alto in una donna incinta con parodontite.

Obiettivo: mantenere il dente

Inoltre, è importante reagire ai primi segni: denti sciolti, spazi vuoti tra i denti che non esistevano, alitosi o comparsa di ascessi nelle gengive. "In caso di periodontite, in anestesia locale viene effettuata curettage e lucidatura delle radici dei denti con un dispositivo ad ultrasuoni, il medico aggiunge, Presidente della Società Francese di Parodontologia e implantologia. Questo trattamento pulisce tasche parodontali profonde chi si è formato"Può essere necessario un trattamento antibiotico per le forme più gravi. Una volta che il dente trattato infiammazione riesce a stabilizzare. Con una corretta igiene e controllo regolare, riduce la perdita dei denti. Quando l'osso era raggiunto, un innesto osseo può anche aiutare a ricostruire.

Spazzolatura accurata

Idealmente, spazzolare è mattina e sera, per un minimo di tre minuti. spazzolino convenzionale (a setole morbide) o, preferibilmente elettrico (la sua piccola testa può facilmente intrufolarsi in luoghi più inaccessibili). Per quanto riguarda la spazzolatura, non strofinare energicamente per essere efficace, ma vai sempre dalla gomma al dente. Il Pr. Henri Tenenbaum consiglia di terminare la spazzolatura usando il filo interdentale oi pennelli interdentali per eliminare al meglio la placca.

* UFSBD Survey / Pierre Fabre Oral Care, sulla salute orale dei francesi, condotta tra 19.000 francese nel febbraio 2017.

Guarda il video: Tiburón Blanco. Mirada fría di un gigantesco deprederador. (Animales del Mundo). Depredadores.

Messaggi Popolari

Categoria Equilibrio, Articolo Successivo

Stabilizzare il peso grazie al magnesio
Equilibrio

Stabilizzare il peso grazie al magnesio

"Il magnesio è al centro del trattamento del sovrappeso", afferma il dott. Jean-Paul Curtay, medico nutrizionale, autore di Okinawa "Un programma globale per vivere meglio". Riduce la fame (spesso aumentata dalla fatica e dallo stress). È al centro del processo di trasformare le calorie alimentari in energia per la cellula.
Per Saperne Di Più
Chiarisci i tuoi desideri per cambiare il tuo lavoro
Equilibrio

Chiarisci i tuoi desideri per cambiare il tuo lavoro

Marie-Ange Laurier, la consulente di mobilità "The Apec (Associazione per l'impiego di dirigenti) per la quale lavoro ha sviluppato un programma specifico per coloro che vogliono cambiare: Prospettive. Il punto centrale è valutare se ci chiediamo buone domande, determinando il significato più profondo ti permette di sviluppare il tuo piano d'azione.
Per Saperne Di Più