Equilibrio

Quasi un adolescente su tre ha già pensato al suicidio

Per il secondo anno consecutivo, l'UNICEF Francia ha condotto uno studio tra i 6-18enni. Principale insegnamento di questo rapporto dato oggi al Ministero della salute e degli affari sociali: più di un terzo dei partecipanti si trova in una situazione di sofferenza psicologica.

11.232 bambini, 62% di età compresa tra 12 e 18 anni, sparsi in tutta la Francia, hanno partecipato alla consultazione condotta dall'UNICEF (1). Hanno risposto a più di 150 domande sui diversi aspetti della loro vita familiare, a scuola, nel loro quartiere e nella loro città. Sono stati analizzati quattro temi principali: difficoltà di privazione e integrazione; le dimensioni del malessere; adolescenti e suicidio; e infine, adolescenti e comportamenti a rischio. "Sulla base della loro parola, vogliamo attirare l'attenzione delle autorità pubbliche, ma anche dell'intera società civile, ai nostri ragazzi troppo spesso fraintesi e giudicati troppo rapidamente, spiega Michèle Barzach, Presidente dell'UNICEF Francia. Abbiamo tutti un dovere di rassicurazione nei loro confronti. Dobbiamo ascoltarli, accompagnarli fino all'età adulta, a cui avanzano con un misto di invidia e apprensione. "

Privazione e difficoltà di integrazione sociale: l'accumulo di disuguaglianze

È chiaro dallo studio che poco più del 17% dei bambini e degli adolescenti consultati sono in deprivazione materiale. Questa proporzione aumenta complessivamente in base all'età (24% per gli over 15), ai bambini che vivono in famiglie monoparentali (26,8%) e ai bambini che vivono in un quartiere "insicuro" (31,6%) .

Le diverse dimensioni della sofferenza

Attraverso la sua consultazione, UNICEF France sta esplorando una nuova attenzione: la qualità del rapporto tra bambino o adolescente con il suo ambiente immediato (genitori, amici, insegnanti, ecc.) E il suo effetto sul benessere psico-emotivo. Mentre i partecipanti in generale si sentono abbastanza bene nelle loro vite, una grande percentuale afferma di non sentirsi apprezzati dal padre e di avere rapporti tesi con entrambi i genitori. Questo sentimento di mancanza di riconoscimento e di tensioni familiari cresce in particolare con l'età, il livello di privazione e l'insicurezza dell'ambiente di vita.

Per quanto riguarda la scuola, non svolge il suo ruolo di riconoscimento e protezione per un gran numero di bambini: il 45% dei giovani di 6-18 anni ha chiesto "sentirsi davvero ansiosi di non riuscire abbastanza bene a scuola". Questa percentuale sale a quasi il 60% tra coloro che si trovano in una situazione di privazione.

Le difficoltà affrontate dai bambini di 6-18 anni provocano sofferenze psicologiche in poco più del 36% di esse. Anche in questo caso il livello di privazione, la qualità dell'ambiente nel vicinato e il profilo familiare peggiorano la situazione. Secondo gli intervistati, la sofferenza psicologica aumenta anche con l'età e colpisce in particolare gli over-15 (43,3%). Essendo una ragazza, la paura dell'insuccesso scolastico e le molestie sui social network aumentano significativamente il rischio di sofferenza psicologica.

La questione del suicidio adolescenziale

La questione del suicidio è fortemente presente tra i 12-18 anni: l'idea di suicidio riguarda il 28% dei partecipanti, in particolare le ragazze, mentre il tentativo di suicidio è stato sperimentato da quasi l'11% di loro. Tra i fattori di rischio esplorati nel rapporto, le molestie sui social network sembrano giocare un ruolo cruciale nella recitazione moltiplicando i rischi di oltre tre. Per quanto riguarda il consumo di droghe e alcol, aumenta drasticamente con l'età: oltre il 41% degli over 15 dichiara di consumare alcolici e di essere già stato bevuto e quasi il 32% consuma alcolici. droghe o fumare cannabis.

Per leggere anche:
- La crisi adolescenziale è obbligatoria?
- incomprensione: chi contattare quando non va più?

(1) Da marzo a maggio 2014

Guarda il video: NOA MI BECCA HA IL LETTO CON IL SUO RAGAZZO! * abbiamo ESAGERATO *

Messaggi Popolari

Categoria Equilibrio, Articolo Successivo

Laurence Rossignol:
Equilibrio

Laurence Rossignol: "Aiutare le donne a reclamare lo spazio pubblico"!

Laurence Rossignol, Ministro per le famiglie, l'infanzia e i diritti delle donne, invita le donne a reagire di più. Meeting. Il sessismo "ordinario" è ancora difficile da identificare e denunciare ... E 'il lavoro di ufficio per conto del coniuge, l'uso della parola "miss" o "mamme di tempo" per indicare il tempo di uscita della scuola, pubblicità che ci mostrano i corpi di donne nude per vendere le automobili, un client che vi porta al assistente quando si è il direttore delle vendite ... quand
Per Saperne Di Più
Per memorizzare meglio, giochiamo
Equilibrio

Per memorizzare meglio, giochiamo

Sebbene fosse l'ultimo a scuola, Dominic O'Brien * ha rotto molti record mondiali nella memoria. Nel 1996, nella serie britannica Record Breakers, ha memorizzato un mazzo di carte in 38,29 secondi. Nel 2002, è riuscito a memorizzare 54 mazzi di carte dopo aver visto ogni carta una sola volta.
Per Saperne Di Più
Anguria: il fresco alleato dell'estate
Equilibrio

Anguria: il fresco alleato dell'estate

Non solo l'anguria è il cibo perfetto per rinfrescarsi quest'estate, ma è ricca di vitamine e antiossidanti. Quindi, come resistere? Le nostre ricette per un'estate rigenerante: penne vegetali al mercato granita di anguria al gelsomino tartara di orata, parmigiana di pasta frolla e chutney di anguria
Per Saperne Di Più